La Borsa della Mamma

Generalmente gli ospedali e le cliniche, su richiesta, forniscono le loro liste, ma spesso sono ingiallite dal tempo e mai aggiornate. In questo articolo  condividiamo con voi la nostra lista per la borsa da portare in ospedale per il parto, aggiornata con l’esperienza di tante mamme che negli anni ci hanno segnalato gli ogetti indispensabili.

     All’interno della valigia per il parto mettere:

    • Cartella clinica
      La carpetta con tutte le analisi che avete fatto durante la gravidanza, così che, anche se doveste arrivare all’improvviso, il personale medico sarebbe a conoscenza sulla storia della  la vostra gravidanza.
    • Carta d’identità e Codice Fiscale
      Vi consiglio di fare una fotocopia della carta d’identità e del codice fiscale e riporli all’interno della cartella clinica.
    • 4/5 camicie da notte
      Preferibilmente almeno una, bianca e con i bottoni sul davanti. Queste caratteristiche sono utili per la camicia da notte che metterai durante il parto che al 90% andrà candeggiata. Le altre possono essere colorate ma la caratteristica fondamentale è di essere morbide sul seno per facilitare l’allattamento.
    • Vestaglia
      Una vestaglia è fondamentale per non girare dentro al reparto con solo la camicia da notte.
    • Pantofole
      Preferibilmente con la suola in plastica. Il nostro consiglio è di utilizzare quelle che avete a casa o di comprare pantofole che utilizzerete anche dopo il parto.
    • 2 reggiseni per l’allattamento
      Aspettate il settimo mese e prendete una misura in più di quella che indossate in quel momento, la montata lattea ingrosserà il vostro seno di circa una taglia.
    • Coppette assorbilatteConchiglia raccogli latte
      Le coppette assorbi latte sono utili per le mamme che hanno perdite dal seno durante l’allattamento, vanno cambiate spesso e non tenute a lungo umide sul capezzolo. Infatti il contro delle coppette assorbilatte è quello di lasciare i capezzoli umidi e così favorire infezioni e ragadi. Per tenere i capezzoli asciutti, sterili e raccogliere il latte che perdete, vi consigliamo le conchiglie raccogli latte, che fanno respirare i capezzoli facendo asciugare più facilmente le ragadi.
    • Mutande assorbenti post-parto
      Molte liste consegnate dagli ospedali consigliano le mutande a rete e gli assorbenti da applicare al loro interno, noi invece le sconsigliamo, sono scomode si possono spostare durante la notte rischiando di farvi sporcare. Ciò che vi consigliamo sono le mutande assorbenti, molto più comode e pratiche.
    • Asciugamani (Se non fornite dalla struttura)
    • Detergente intimo delicato (meglio se uno specifico post parto)
    • Olio di mandorla
      Ricordiamo che le smagliature vengono sia quando si ingrassa rapidamente ma anche quando si dimagrisce rapidamente, quindi dobbiamo continuare a idratare la pancia, la schiena ed il seno anche dopo il parto.
    • Bagnoschiuma, deodorante
    • Spazzolino, dentifricio, pettine, elastici per i capelli
    • Burrocacao
      Capita spesso di non bere durante il travaglio e così dopo il parto e durante l’allattamento si hanno le labbra disidratate, potrebbe tornarvi utile portare un burrocacao per idratarle.
    • Salviettine o spray disinfettante per sanitari
      Sopratutto se non si prende la camera privata e si divide la camera con altre persone, potrebbero essere utili dei dispositivi per disinfettare il bagno prima di usarlo.
    • Salviettine struccanti
      Spesso capita di andare in ospedale ancora truccate, le salviettine struccanti sono utili se subito dopo il parto non potete alzarvi dal letto per andare a lavare la faccia.
    • Disinfettante mani
      Sopratutto per tutte le persone che verranno a farvi visita
    • Succhi di frutta
    • Frutta
    • Acqua
    • Lucchetto per armadietto (se non si prende la camera privata)
    • Crema per capezzoli 
    • Cellulare e carica batterie